Qmail SmartHost

Se sei un utente di Qmail e desideri turboSMTP come smart host, devi sapere che Qmail non ha la funzionalità di autenticazione SMTP installata. Tuttavia, puoi aggiungerla applicando una patch. Ecco i passaggi per aggiungere il patch al fine di utilizzare il nostro Smart host e migliorare sia la deliverability che la sicurezza del tuo sistema di posta elettronica.

Per gli utenti Europei: sostituisci pro.turbo-smtp.com con pro.eu.turbo-smtp.com
  1. Scarica il patch necessario
  2. Nella cartella Source di Qmail, copia il patch
  3. Arresta Qmail
  4. Dalla cartella di origine di Qmail, esegui questo comando:
    patch < qmail-remote-auth.patch
    make setup check
  5. Sapendo che generalmente i file di controllo si trovano nella cartella /var/qmail/control/, imposta un file di controllo smtproutes digitando questo codice:
    :pro.turbo-smtp.com:587
    // Ports 587, 465 and 25 can also be used.
  6. Crea il file di controllo utilizzando il contenuto seguente:
    pro.turbo-smtp.com:USERNAME:PASSWORD
  7. Sostituisci nome utente e password con le credenziali di accesso turboSMTP
  8. Avvia Qmail

Se vuoi essere sicuro di avere settato bene le tue impostazioni di Qmail e testarne il funzionamento, puoi usare sia il tuo client di posta elettronica sia qmail-inject. Se usi qmail-inject, esegui il comando seguente::

echo to: recipient@example.com | /var/qmail/bin/qmail-inject

Se vuoi vedere gli effetti di un servizio smart host, prova il nostro turboSMTP.

Ogni azienda ha bisogno di uno Smart host sia per la comunicazione esterna che per quella interna. Uno Smart host ti garantisce una migliore reputazione e una miglior deliverability, protegge il tuo dominio (nessuno potrà fingere di essere te o uno della tua azienda) e ti consente di tracciare il viaggio delle tue e-mail e le azioni degli utenti.

        PROVALO ORA        

Scopri di più sul nostro Servizio Smart Host